SPRAR (sitema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati)

Destinatari del progetto sono immigrati richiedenti e titolari di protezione internazionale. Alla luce dell’esperienza maturata durante la gestione dell’Ena (Emergenza Nord Africa) la Cooperativa Maria Cecilia insieme ad altri partner, intende perseguire il modello operativo sperimentato di accoglienza diffusa, ossia di un’accoglienza che, in stretto rapporto con il territorio riesca ad integrare le persone che vengono ospitate. La capienza dei tre appartamenti messi a disposizione del progetto e alla struttura di "primo accesso" San Filippo va da un minimo di 15 ad un massimo di 21 persone. I destinatari vengono individuati ed inviati dalla Servizio Centrale del sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati, con un iniziale progetto della durata di 6 mesi prorogabile fino all’anno. In questo periodo i servizi garanti sono:

  • Assistenza sanitaria
  • Assistenza sociale
  • Attivita’ multiculturali
  • Inserimento scolastico dei minori
  • Mediazione linguistica e interculturale
  • Orientamento e informazione legale
  • Servizi per l’alloggio
  • Servizi per l’inserimento lavorativo
  • Servizi per la formazione